Home / Benessere / Il Salento per le vacanze

Il Salento per le vacanze

Il Salento è una penisola situata in Puglia, e bagnata da due mari, che offre meravigliose destinazioni balneari per le vacanze.

Le destinazioni del Salento per le vacanze

Città del Salento sul mare

Il Salento è una tra le zone turistiche italiane preferite da molti durante le vacanze estive.

Questa penisola della Puglia, che corrisponde al tacco dello stivale italiano, offre infatti spiagge magnifiche, tra costoni rocciosi e baie nascoste, e litorali sabbiosi con sabbia fine e bianca, un mare cristallino e una natura ancora in molte zone incontaminata.

I suoi 300 km di costa sono caratterizzati da diversità di paesaggi e litorali e si possono visitare bellissime città del Salento sul mare, come Gallipoli, Otranto, Ostuni, solo per citarne qualcuna, dove trascorrere delle perfette vacanze.

Le destinazioni del Salento per le vacanze sono davvero molte, a partire da nord est dalle marine di Lecce, con Torre Rinalda, dalla spiaggia sabbiosa, con un antica torre di avvistamento che la domina dall’alto.

Le torri di avvistamento furono fatte costruire nel passato per proteggere la popolazione dagli attacchi di pirati e invasori che venivano dal mare.

La torre di questa spiaggia fu edificata da Carlo V nel XVI secolo per difendersi dai Saraceni.

Proseguendo verso Sud, a pochi chilometri si trova poi la località di Torre Chianca . Anche questa prende il nome dall’antica torre che domina il paesaggio e fu fatta costruire da Carlo V. Alta 18 metri, è tra le torri più maestose di tutto il Salento.

Nelle vicinanze si trova anche il parco naturale del Bosco e paludi di Rauccio.

Successivamente si arriva a Frigole, una bella spiaggia sabbiosa, con molte dune e macchia mediterranea, e più avanti la marina di San Cataldo, a metà tra Lecce e Vernole.

Si possono visitare il faro, gli stabilimenti balneari, il faro e il circolo velico noto a livello nazionale.

Le spiagge più belle del Salento

Tra le spiagge più belle del Salento si può continuare poi sempre scendendo verso sud, a Otranto, con la spiaggia di Baia dei Turchi, ricca di sabbia bianca, scogli e acque limpide. E’ un’insenatura dove si dice siano sbarcati i turchi durante la battaglia di Otranto.

Vicino a questa spiaggia si trova l’oasi protetta dei laghi Alimini, immersi nella macchia mediterranea, sono due laghi naturali comunicanti.

Sempre vicino a Otranto si trova Santa Cesarea Terme, luogo noto anche per le sue terme, ricche di acque sulfuree.

Per delle belle escursioni si può visitare la grotta Romanelli con importanti resti preistorici e tra le grotte naturali la più grande è la grotta dei Cervi.

Si trovano poi le località di Porto Badisco e Torre dell’Orso con circa un chilometro di spiagge di sabbia bianca e dune racchiuse da una bella pineta, con insenature e grotte usate spesso dai pescatori.

Più avanti si può raggiungere anche la grotta della Zinzulusa, a nuoto o in barca, e passare tra meravigliose stalattiti.

Maldive del Salento, cosa vedere

Andando da Otranto verso Santa Maria di Leuca, si trovano le spiagge cosiddette Maldive del Salento, qui le acque cristalline sono accoppiate a spiagge di sabbia fine e bianchissima, che ricordano appunto quelle delle Maldive.

Cosa vedere nelle Maldive del Salento? La spiaggia di Pescoluse è quella più lunga del Salento, caratterizzata da una particolare sabbia che sembra cambiare colore a seconda della posizione del sole.

Si può raggiungere Torre Pali dove si trova una antica torre spagnola e ammirare un panorama meraviglioso.

Ancora Punta della suina è una insenatura caratterizzata da rocce di tufo e calette di sabbia sottile e bianca.

Queste zone sono ideali per famiglie con bambini, che possono giocare nell’acqua dato che i fondali sono bassi e sabbiosi e digradano lentamente nel mare.

Andando verso nord si trova Gallipoli, un’altra bella città salentina, ricca di movida notturna, negozi, con un antico centro storico da visitare, il Castello Angioino e la Basilica di Sant’Agata.

La spiaggia è frequentata sopratutto da giovani, ma anche da personaggi famosi.

Proseguendo è la volta di Porto Cesareo, con le sue meravigliose spiagge tra cui Punta Prosciutto, una delle spiagge tra le più selvagge del Salento, circondata da boschi di pini e macchia mediterranea.

Più su si arriva a Nardò con la bella spiaggia di Porto Selvaggio, che si trova nella riserva naturale di Poggio Selvaggio e che si può raggiungere a piedi passeggiando nella pineta, ed è una spiaggia di ciottoli.

Qui si trova anche la grotta delle Corvine, grandissima e dove si possono trovare all’interno diverse specie marine.

Entroterra del Salento, cosa vedere

Partendo da Pescoluse, si può visitare l’entroterra con le antiche città di Morciano di Leuca, Salve e Ugento, con vestigia dell’antico passato sotto i greci e i romani.

Quindi c’è molto da visitare anche se ci si chiede cosa vedere nell’entroterra del Salento.

Ad esempio si possono visitare delle belle grotte anche nell’entroterra, come la grotta Febbraro, nel comune di Salve.

Dai reperti e dai solchi pervenuti al suo interno, si pensa che un tempo essa fosse parzialmente o del tutto sommersa dal mare.

Sempre a Salve si trova anche la grotta Montani, dove al suo interno sono stati rinvenuti residui di animali fossilizzati di settantamila anni e schegge di arnesi fatti in selce.

Questo fa si che sia la testimonianza dei primi insediamenti umani del territorio, ed è tra le grotte più importanti per studiare le civiltà preistoriche.

Infine la grotta di Sant’Ermete nella zona di Matino, con resti dell’età paleolitica e segni della presenza di insediamenti umani dell’uomo di Neanderthal.

Qui si trova anche un antico affresco che indica l’opera di cristianizzazione dei monaci basiliani in questi luoghi.

About admin

Leggi anche

Influencer pugliesi: i più seguiti sui social

I social media sono la novità più interessante degli ultimi anni in questa nuova era …