Una vacanza in Puglia con un gatto

Hai deciso di andare in vacanza nel Salento o in un’altra zona pugliese? La scelta della destinazione è eccellente poiché la regione offre numerosi punti di interesse storico, architettonico e turistico, oltre a un mare da favola che ogni anno attira un gran numero di villeggianti. Molte persone, tuttavia, si trovano in grossa difficoltà con la gestione degli animali domestici, per il timore di un viaggio lungo che potrebbe rivelarsi oltremodo stressante. Ecco alcuni consigli utili per andare in vacanza in Puglia con un gatto, divertendosi senza pregiudicare il benessere psicofisico del micio.

Dove prenotare la villeggiatura con il gatto

La tranquillità del tuo animale da compagnia è un imperativo e non puoi prescindere dalla certezza che riceva un’accoglienza dignitosa. La Puglia vanta un’offerta ricettiva ricca e variegata che comprende le seguenti tipologie di strutture:

  • hotel
  • bed and breakfast
  • agriturismi
  • masserie
  • residence
  • affittacamere non professionali
  • campeggi con piazzole per tende
  • complessi con bungalow e case mobili
  • aree camper

Le caratteristiche specifiche dell’alloggio non sono affatto trascurabili e devi fare un confronto preventivo per non avere spiacevoli sorprese all’arrivo, rischiando di pregiudicare irrimediabilmente la permanenza. Sulle piattaforme web di prenotazione trovi ogni indicazione necessaria per farti un’idea complessiva della destinazione. I siti specializzati, infatti, riportano chiaramente le eventuali restrizioni, evidenziando con apposite icone le attività pet-friendly, affinché il cliente possa capire se il gatto è ben accetto. In Puglia non mancano opzioni di questo genere e alcuni titolari approfittano addirittura della domanda settoriale riservata agli amanti degli animali per elaborare promozioni destinate a questa categoria.

Come affrontare il viaggio per una vacanza in Puglia con un gatto

Arrivare in Puglia in macchina con un gatto significa affrontare un viaggio che, per coloro che risiedono al Nord, generalmente viene effettuato sull’autostrada A14 che collega Bologna a Taranto. In estate il percorso presenta notevoli difficoltà inerenti al caldo asfissiante, che nelle giornate più afose si fa sentire in maniera significativa. I gatti tollerano male le temperature troppo alte ed è sempre opportuno garantire un adeguato apporto di acqua da bere.

Gli accessori da viaggio per animali sono indispensabili perché contribuiscono a rendere meno faticoso e stressante l’itinerario. Un valido suggerimento potrebbe essere quello di anticipare le criticità, cercando di abituare il gatto alle grandi percorrenze chilometriche, per evitare un impatto psicologico negativo durante la vacanza in Puglia.

Dovresti pensare inoltre a favorire un rapporto di fiducia nei confronti del trasportino, elemento che viene percepito dal gatto come una sorta di gabbia dove viene richiuso e posizionato su un veicolo rumoroso come l’automobile. Bisognerebbe assicurare al micio una buona visuale, mettendo all’interno qualcosa di familiare che produca uno stato d’animo maggiormente rilassato. Va assolutamente dedicata la massima attenzione alla sosta, non aprendo mai la porta del trasportino all’improvviso, condizione che potrebbe indurre il gatto disorientato a scappare.

Cibo, accessori e giochi   

Il fattore climatico può influire sui delicati equilibri del metabolismo del felino, provocando difficoltà di digestione inerenti anche al cambiamento delle abitudini quotidiane. La vacanza in Puglia per il gatto è un momento di scoperta e di avventura dove la curiosità è la protagonista indiscussa, esattamente come succede alle persone che vogliono godersi ogni momento del soggiorno.

La corretta alimentazione è determinante per evitare vomito, diarrea e malessere. Scegliere cibo sano è un buon metodo per apportare il giusto quantitativo di nutrienti, saziare e dare serenità. Portare in vacanza le stesse crocchette che vengono somministrate anche a casa è un sistema per incoraggiare e tranquillizzare. L’impressione di un trasferimento non traumatico in un contesto dove la routine non viene stravolta è il biglietto da visita più efficace per l’alloggio dove si decide di trascorrere la villeggiatura.

In valigia dovresti mettere accessori per tenere impegnato l’animale domestico e farlo svagare nell’arco temporale in cui ti assenti per andare a fare un’escursione o per recarti sulla spiaggia. Puoi trovare informazioni sul cibo adatto al viaggio e sui giocattoli visitando il sito gattichepassione.com

Lasciarlo da solo in camera in una condizione di paura o incertezza potrebbe generare ansia, con il gatto che assume un comportamento improntato al controllo del territorio. Un distacco spiacevole determinerebbe graffiature e marcature nell’ambiente per delimitare la propria zona e proteggerla: ne risentirebbero gli arredi, il divano e le tende. La fiducia nel tuo ritorno e la presenza di odori familiari può fare la differenza.

About admin

Leggi anche

Turismo Puglia

La Puglia è tra le prime destinazioni italiane per i turisti di tutto il mondo

La Puglia si conferma, ancora una volta e come nel 2019, una delle prime destinazioni …