Taralli pugliesi, ecco il segreto della loro bontà

Taralli Pugliesi

I taralli pugliesi sono tra gli snack veloci e gustosi più amati anche fuori regione. Come tutte le più grandi e famose “invenzioni” culinarie, i taralli pugliesi sono nati un po’ per caso, quando una mamma pugliese, non sapendo cosa preparare e trovandosi in dispensa davvero pochi ingredienti, si era messa all’opera mossa dal desiderio di preparare qualcosa di gustoso ed originale ai suoi bambini. Nascevano così i famosi taralli pugliesi. Oggi il panorama dei taralli è ampio e variegato e ne esistono tantissime tipologie. Tra taralli dolci e taralli salati, c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

La ricetta dei taralli pugliesi secondo tradizione custodisce un importante segreto

La ricetta dei taralli pugliesi è – come anticipato – antica e frutto di un sapere culinario che affonda le sue radici nella Puglia più autentica. I veri ed originali taralli hanno qualcosa di speciale che va ricercato proprio in questo “saper fare” antico e casereccio. Ci riferiamo alla loro fragranza, che è davvero qualcosa di speciale ed inimitabile. Provate ad acquistare un pacchetto di tarallini presso un grande supermercato qualunque: noterete che non sempre sono fragranti come quelli che magari avrete assaggiato durante una vacanza in Puglia.

Oggigiorno la produzione industriale su larga scala tanto dei taralli quanto di tanti altri prodotti da forno si vede costretta a rinunciare a qualche importante passaggio in nome del guadagno e dell’esigenza di “stringere i tempi”. Al contrario, i taralli artigianali fatti bene secondo tradizione non possono prescindere da due importanti esigenze:
1. ricercare e individuare le migliori materie prime rigorosamente locali, prodotte secondo tecniche antiche, senza uso di chimica e nel pieno rispetto dei cicli naturali
2. rispettare la ricetta della tradizione – che prevede due cotture anzichè una solamente.

La tecnica delle due cotture

Il segreto al quale abbiamo fatto riferimento poc’anzi e che rende i taralli pugliesi davvero unici e speciali è proprio quello delle due cotture. Alzi la mano chi sapeva che i taralli sono taralli bolliti! Ebbene, è proprio così. Per la buona riuscita della ricetta e per ottenere un ottimo prodotto finale, saporito e fragrante, i tarallini sono bolliti in acqua e poi cotti in forno. Doppia cottura per un risultato davvero strepitoso. L’artigianalità pugliese ha i suoi tempi, ma premia sempre. Non vi resta che assaggiare i taralli pugliesi originali e sperimentare la differenza rispetto a quelli acquistati presso la Grande Distribuzione Organizzata.

About admin

Leggi anche

Abbinare il vino Primitivo al cibo

Chi beve, prima o poi, sente la necessità e la voglia di comprendere il valore …