Torre Vado: una vacanza nel basso Salento

Torre Vado: una vacanza nel basso Salento

Torre Vado è una bellissima località balneare del basso Salento, in provincia di Lecce, a poca distanza da Santa Maria di Leuca. Situata sul litorale ionico salentino, questa località è una meta molto amata dagli italiani, ma anche dai turisti stranieri che ogni anno affollano i suoi litorali, caratterizzati da basse scogliere rocciose, nei mesi estivi. Il centro abitato, invece, offre un paesaggio pittoresco e si sviluppa prevalentemente attorno al porticciolo e alla torre.

Torre Vado, dalle origini al giorno d’oggi

Il nome Torre Vado non è stato scelto a caso: l’etimologia, infatti, rimanda a diverse tradizioni e interpretazioni legate al passato. La prima deriverebbe da una torre di avvistamento situata sul territorio e costruita nel XVI secolo da Carlo V per proteggere la zona dall’invasione dei pirati Saraceni. L’aggiunta di “Vado” starebbe a significare la presenza di un passaggio, come si legge su Citizen Post, un varco naturale che unisce la terraferma al mare.

Altre interpretazioni, invece, legherebbero “Vado” alla parola spagnola “ovado”, cioè il luogo dove i pesci depongono le loro uova.

Cosa vedere a Torre Vado

Ciò che viene apprezzato maggiormente a Torre Vado è la costa che, nonostante sia caratterizzata prevalentemente da rocce, è bassa e accessibile a tutti. Di tanto in tanto, i ciottoli lasciano spazio a delle calette sabbiose piccole e appartate: il luogo perfetto per trascorrere un pomeriggio in tranquillità.

Ma per gli amanti delle escursioni, è imperdibile la vista dell’isola dal mare: sono disponibili viaggi in catamarano, in acqua scooter, in motonave o anche in gommone. Le rotte includono anche la visita a Castro e Gallipoli, oltre alla scoperta delle numerose grotte che si aprono qua e là lungo la scogliera rocciosa.

Tra le più conosciute ricordiamo la Grotta del Drago, la Grotta degli Innamorati, la Grotta dei Giganti, la Grotta delle Tre Porte, Punta Ristola.

Anche i fondali meritano una visita a loro dedicata, in particolare grazie alle numerose iniziative e opportunità di diving. I centri sono aperti da giugno a settembre e, soprattutto chi non ha mai fatto snorkeling, potrebbe rimanere impressionato dai fondali incantevoli che offre il basso Salento.

L’entroterra, il porto e la Torre

Il luogo che più caratterizza Torre Vado è il porticciolo, dove sono posteggiate diverse barche dei pescatori (vicino a dei grandi yacht) e dal quale si possono ammirare atmosfere d’altri tempi. Un gran numero di ristoranti, locali, pizzerie e gelaterie si alternano a case private e di villeggiatura che animano il centro cittadino, mentre i pescatori fanno da cornice a un panorama pittoresco. Quello che forse manca a Torre Vado è propria una via dedicata allo shopping, per il quale è necessario spostarsi alla vicina Santa Maria di Leuca.

La Torre, infine, è il luogo simbolo della cittadina: a forma cilindrica, esteticamente si presenta su due piani con una serie di finestre e di fessure in alto, che un tempo permettevano di rispondere al fuoco in caso di attacco nemico. Oggi è possibile visitare la Torre, alla quale si accede grazie a una scala aggiunta in un secondo momento.

L’entroterra offre altrettanti paesaggi naturali interessanti: per esempio, si possono organizzare passeggiate tra gli interminabili ulivi, oppure visitare il mercatino enogastronomico tipico che si svolge ogni estate e che permette di gustare i prodotti tipici del territorio, come il pesce fritto o le pittule calde.

About admin

Leggi anche

Nardò

Nardò, la perla del Salento

Nardò si trova lungo la costa ionica del Salento, nella parte nord occidentale della provincia …