Pasta senza glutine

Pasta senza glutine: tipologie e ricette

È opinione comune che i prodotti gluten free siano destinati unicamente ai celiaci, i quali, peraltro, sono costretti a “soffrire” a causa dei sapori non equiparabili a quelli delle normali paste, farine e prodotti contenenti glutine. In realtà, basterebbe pensare a quante possibilità ci sono per preparare la pasta senza glutine: ecco qualche indicazione sulle diverse tipologie di farine e qualche ricetta per primi sfiziosi e gustosissimi.

Quanti tipi di pasta senza glutine esistono?

Nonostante si tratti di prodotti di nicchia e con una diffusione decisamente minore rispetto alla pasta di frumento, oggi esistono moltissime alternative per la preparazione della pasta senza glutine. In alcuni casi, la farina utilizzata è destinata direttamente al consumo dei celiaci, ma in molti altri casi è possibile ottenere alimenti gluten free partendo da farine che ne sono naturalmente prive. Ecco perché, oggi, questo alimento risulta adatto a chiunque, rappresentando un’ottima alternativa dietetica e gustosa alla pasta tradizionale.

La pasta di riso rappresenta la variante normalmente più diffusa: si ottiene appunto dalla farina di riso e la sua caratteristica è l’avere un colore pallido, simile a quello del cereale. Inoltre, la pasta di riso possiede la qualità di mantenere più facilmente la cottura e di abbinarsi in modo eccellente con un gran numero di preparazioni. Per un’alternativa ancora più nutriente è possibile trovare anche pasta di riso fatta con farina integrale. Un’altra farina senza glutine utilizzata per la preparazione della pasta è quella di mais (talvolta anche con miscelazione di mais giallo e mais bianco, o anche con aggiunta di farina di riso).

Una pasta gluten free molto apprezzata negli ultimi anni è quella realizzata con farina di legumi (soprattutto lenticchie e fagioli): si tratta di una pasta molto saporita e nutriente, perfetta non soltanto per quanti sono obbligati a seguire una dieta senza glutine, ma anche a chi vuole un’alternativa alla pasta tradizionale senza rinunciare al sapore. Tra le ultime arrivate sugli scaffali della pasta senza glutine ci sono quelle a base di grano saraceno e di soia. La prima viene solitamente combinata con farina di mais o di riso, e offre un sapore molto deciso, anche se non possiede un apporto proteico sensibile. Infine, la pasta di farina di soia (soprattutto nel formato spaghetti) possiede le stesse qualità delle farine realizzate con legumi.

Ricette per pasta senza glutine

Esistono molti modi per cucinare la pasta senza glutine senza dover rinunciare ai sapori più interessanti. Ecco qualche suggerimento:

1) Tagliatelle di grano saraceno con zucchine e crema alla paprica

Cuocere la pasta e, nel frattempo, tagliare le zucchine e farle cuocere con poco olio e sale fino a renderle tenere. Una volta rimosse le zucchine, sciogliere nella stessa padella del formaggio spalmabile con un po’ di acqua di cottura e l’aggiunta di paprika. Aggiungere la pasta, scolata un minuto prima della fine cottura, e mantecare aggiungendo le zucchine, eventualmente allungando con qualche cucchiaio di acqua di cottura.

2) Spaghetti alla carbonara di carciofi senza glutine

Dopo aver pulito e tagliato i carciofi, metterli in acqua e limone per prevenire l’annerimento. Nel frattempo, scaldare l’olio in padella con un po’ di scalogno, aggiungere i carciofi e un po’ di vino bianco e poi far andare per qualche minuto. Intanto, preparare la salsa con tuorlo d’uovo, sale, pepe e formaggio. Dopo aver cotto gli spaghetti, aggiungerli alla carbonara insieme ai carciofi, mantecando e aggiungendo alla fine formaggio e pepe a gradimento.

3) Paccheri ripieni con brie e noci su pesto di erbe aromatiche

Occorre preparare prima il pesto, tritando le erbe aromatiche e aggiungendo olio e parmigiano. Cuocere i paccheri e metterli in acqua fredda per mantenere la cottura. Per il ripieno mescolare, in una planetaria, 50 grammi di noce moscata, 50 gr di parmigiano, un pezzetto di formaggio brie tagliato grossolanamente, un pizzico di sale, uno di pepe e della granella di noci. Dopo aver farcito i paccheri, lasciarli in forno a 200 gradi per pochi minuti, spolverando con del parmigiano e un filo d’olio.

4) Spaghetti di grano saraceno alle zucchine, pancetta e pecorino romano

Partire dalla cottura dell’acqua, tagliare le zucchine e cuocerle in padella, mentre in un’altra padella abbrustolire la pancetta; una volta cotti gli spaghetti, versarli nella padella con le zucchine; aggiungere pecorino grattugiato e impiattare, guarnendo alla fine con pancetta abbrustolita.

About admin

Leggi anche

La focaccia a libro

  LA F’KAZ A’ LIVRE ( La focaccia a libro )   I magnifici sette …