Castagnelle

Le castagnelle, i biscotti “natalizi” tipici del barese e del foggiano

Le castagnelle vengono solitamente preparate nella tradizione pugliese ed in particolare nella cucina tipica del foggiano e della zona del barese, soprattutto durante il periodo natalizio. Nel corso di questi ultimi anni però è venuto sempre meno il legame tra un dolce e la sua stagionalità: ormai si prepara qualsiasi cosa in ogni momento in cui lo si desideri, pur di assaporare sapori tipici ed autentici. Questi dolci detti castagnelle o castagnedde appartengono alla cosiddetta tradizione “povera”e vengono preparati con mandorle, farina, cannella e cacao, impastati e cotti in forno per un sapore finale davvero unico ed irresistibile che farà impazzire grandi e piccini.

Il nome della ricetta, come abbiamo visto, non è associato alla presenza di castagne negli ingredienti e sono previste diverse varianti dello stesso dolce. Le ricette sono diverse a seconda della tradizione tramandata di madre in figlia ma qualunque delle varianti deciderete di seguire potrete produrre dei biscotti ottimi per allietare le vostre feste e il vostro palato.

La preparazione delle castagnelle

Per preparare questo particolare dolce, proprio della tradizione foggiana e barese, si consiglia di seguire i seguenti passaggi:

  • Spellare, tostare e tritare le mandorle.
  • Mischiarle in un recipiente alla farina, allo zucchero, all’essenza di garofano, alla buccia di limone grattugiata e alla cannella.
  • Impastare il tutto con l’ammoniaca per dolci sciolta in acqua fino ad ottenere un composto solido.
  • Dall’impasto ottenuto formare dei salsicciotti affusolati che vanno tagliati a rondelle delle dimensioni di una noce.
  • Disporre i vari biscotti all’interno di una teglia e infornarli a forno già caldo, impostato ad una temperatura di 170°-180, per circa 20-25 minuti e comunque fino a che non appariranno dorati al punto giusto.
  • Sciogliere il cacao con 400 grammi di zucchero.
  • A cottura ultimata immergere i biscotti nel composto di cioccolato.
  • Lasciare i biscotti ad asciugare e avere un po’ di pazienza: in qualche ora le vostre prelibate castagnelle saranno pronte per essere gustate.

Dei biscotti fuori dal tempo e dallo spazio

Nonostante questo dolce possa essere assaporato anche in estate, i suoi ingredienti e la sua “corposità” lo rendono ideale per la stagione autunnale o invernale quando le temperature sono più rigide. Le castagnelle possono infatti essere abbinate ad una tazza di ottima cioccolata calda fatta in casa con ingredienti genuini che vi scalderà corpo e cuore e vi rimetterà al mondo.

Anche la loro localizzazione geografica ha perso, con il tempo, tutte le sue peculiarità. Ovviamente per conoscere la loro esistenza bisognerà avere qualche parente pugliese che abbia tramandato la generazione ma potrete preparare le vostre castagnelle anche a Milano o a Torino trovando tutti gli ingredienti di cui avrete bisogno. Non servirà per forza vivere a Bari o a Foggia per preparare questi squisiti biscotti.

E la ricetta per preparare questi deliziosi dolci te l’abbiamo data noi.

D’altronde ci sono dei prodotti che, se consumati in abbinamento l’uno con l’altro, riescono a sprigionare delle proprietà maggiori rispetto alla semplice somma degli ingredienti. E’ il caso di queste castagnelle con una bella tazza di cioccolata calda.

Ok il clima pugliese non sarà rigido come quello del Trentino Alto Adige ma vuoi mettere il consumare dei biscotti tipici alla cannella e una tazza di cioccolata calda fatta in casa davanti al camino mentre fuori piove?

Credo che ciò non abbia prezzo, indipendentemente dal mese e dal luogo in cui vi troviate.

L’unica raccomandazione se vorrete prepararli in estate in Puglia: dopo averne mangiati 10 aspettate un po’ prima di fare il bagno e magari evitate la cioccolata calda sotto al sole.

 

About admin

Leggi anche

Passionata

Passionata, il dolce di Troia in versione (in)edita e casalinga Cosa occorre (dosi per 8 …