Home / Città della Puglia / Manduria: cosa fare e cosa vedere.

Manduria: cosa fare e cosa vedere.

Manduria: cosa vedere e cosa fare nella terra del Primitivo

Alcuni la definiscono “il cuore del Salento”, altri la conoscono e la apprezzano per la produzione del vino Primitivo. Manduria è una città ricca di fascino, storia e suggestione e merita di essere visitata almeno una volta nella vita.

Manduria: tra terra e mare

Ci troviamo esattamente in provincia di Taranto, in un comune di circa 31000 abitanti che si estende sullo Jonio.
Manduria è situata sulle murge tarantine e la storia vuole che la città sia stata uno dei centri principali dei Messapi, l’antica popolazione di origine illirica.
Degno di visita è appunto il Parco Archeologico all’interno del quale è possibile ammirare le tracce del popolo messapico.

Manduria è particolarmente amata per le sue spiagge. Il litorale infatti si estende per più di 18 chilometri e regala un litorale di tutto rispetto.

Tra le spiagge degne di essere visitate c’è sicuramente quella di San Pietro in Bevagna, particolarmente frequentata per le acque cristalline e la sabbia bianca.

Il tour delle spiagge più belle di Manduria continua con la spiaggia Vecchia Salina, situata ai piedi della storica Torre Colimena. Questa spiaggia è parte di una riserva naturale regionale che ospita ogni anno diversi esemplari di fenicotteri.

 

E ancora, la spiaggia Salina dei Monaci, nei pressi della Torre Colimena. Questa spiaggia di sabbia bianca è separata un tratto di dune ed è collegata al mare tramite un canale nella scavato nella roccia.

 

Il centro storico di Manduria invece è ricco di citazioni storiche e caratteristiche del posto. Passeggiando per le vie del centro è infatti possibile ammirare Porta del Carmine, una sorta di arco di trionfo, che ricorda quello romano, costruito durante il ‘600.

 

Manduria: il vino Primitivo

 

Il primitivo di Manduria è uno dei vini più apprezzati in Italia e nel mondo. Per molto tempo si è creduto che questo vino fosse arrivato sulle coste pugliesi con i Fenici, oggi invece sappiamo che si tratta di un vitigno crollato arrivato grazie alla migrazione degli Illiri.

Il primitivo di Manduria deve per legge fare un affinamento di 24 mesi, di cui 9 devono essere fatti in legno.

 

Si tratta di un vino strutturato, fruttato e vellutato che ha una gradazione alcolica che parte da almeno 14 gradi. E’ molto apprezzato dalle persone del posto ma anche dai viaggiatori di tutto il mondo che approfittano di un viaggio in Puglia per approfondire anche le tradizioni enogastronomiche della regione, vino compreso.

 

 

 

 

 

 

 

 

About admin

Leggi anche

Turismo in Puglia: come promuoverlo online

Il Turismo in Puglia La Puglia è il “tacco” dello stivale italiano, bagnato da ben …