Home / Città della Puglia / Le 7 cose da fare assolutamente a Gallipoli

Le 7 cose da fare assolutamente a Gallipoli

Conosciuta anche come la perla dello Ionio la città di Gallipoli conta più di 20.000 abitanti ed è una delle località balneari più gettonate del Salento, che attira almeno 60 mila turisti soprattutto durante il periodo estivo con le sue innumerevoli bellezze, dal borgo antico alle meravigliose spiagge.

Gallipoli si affaccia sul mar Ionio, nella parte più meridionale della Puglia, una delle località più rinomate del Salento che si trova in provincia di Lecce. Una città divisa in due, il moderno e l’antico che si coniugano in una perfetta armonia, e che dona alla città di Gallipoli un aspetto romantico ma unico allo stesso tempo. Un territorio ricco di arte, cultura e storia, ma soprattutto ricco di attività da intraprendere e luoghi da visitare.

Gallipoli conta nel suo territorio la presenza di almeno 20 chiese, a cui vanno aggiunte altre 8 costruzioni escluse da un decreto vescovile.

Ma quali sono le 7 cose da fare assolutamente a Gallipoli?

1. Visitare il Borgo antico di Gallipoli

Il centro storico di Gallipoli merita sicuramente di essere visitato da chi ancora non lo conosce, per scoprire le antiche vie, i palazzi e le chiese in stile barocco disseminate per il borgo. I greci costruirono il borgo come una sorta di labirinto in modo tale da riuscire a proteggere le costruzioni dal vento freddo che arrivava dal mare.

2. Visitare il Castello Angioino Aragonese

Una delle prime costruzioni che colpisce all’occhio ogni visitatore di Gallipoli è il Castello Angioino Aragonese, visitabile esclusivamente nella parte esterna della costruzione, oltre che la parte più alta del Castello chiamata anche rivellino, dove proprio durante la stagione estiva viene trasformata in un cinema all’aperto.

3. Visitare la Cattedrale di Sant’Agata e la Chiesa di San Francesco

Durante una passeggiata tra le vie del centro di Gallipoli è assolutamente dovuta una visita alla Cattedrale di Sant’Agata, una costruzione in stile barocco, e la Chiesa di San Francesco d’Assisi conosciuta soprattutto per la costruzione lignea che raffigura il ladrone crocifisso accanto a Gesù.

4. Le spiagge di Gallipoli

Ciò che ha reso questa località una delle mete balneari più ambite di tutto il Salento sono indubbiamente le meravigliose spiagge. Il mare dalle acque cristalline, le suggestive calette protette dalla ricca vegetazione mediterranea, ma anche le splendide spiagge di sabbia fanno di Gallipoli una delle mete predilette da molti turisti che la prendono d’assalto proprio durante la stagione estiva.

Le spiagge di Gallipoli si trovano lungo tutto il perimetro del centro urbano, e sono facilmente raggiungibili da tutti i visitatori che possono scegliere tra una spiaggia più affollata, a soluzioni decisamente più selvagge e tranquille.

Purtroppo però il Salento è divenuto particolarmente gettonato come meta turistica specie negli ultimi anni, e i prezzi di hotel, bed and breakfast, o case vacanze rispetto a qualche tempo fa sono conseguentemente lievitati ulteriormente. Prezzi che vanno da 40€ per dormire in bed and breakfast fino a cifre superiori alle 100€ per notte in uno degli hotel di Gallipoli, prezzi che variano a seconda della sistemazione e dai servizi richiesti.

Le cifre che solitamente i turisti devono spendere sicuramente non sono contenute, soprattutto a seconda del mese di alta o bassa stagione scelto per visitare la città di Gallipoli. Negli ultimi anni Gallipoli è diventata un po’ una nuova Riccione del Salento, dato che le cifre per pernottare in molti degli hotel di Riccione si aggirano intorno a 70€- 100€ per notte (ad esempio puoi comparare i prezzi hotel Riccione su hotelriccione.travel).

5. Gustarsi un ottimo pasticciotto

Ma visitare Gallipoli non significa solamente visitare le bellezze architettoniche e artistiche del luogo, ma anche apprezzare i diversi piatti della tradizione salentina particolarmente ricchi e appetitosi, come i pasticciotti. Un dolce tipico del Salento, il pasticciotto è una frolla farcita di crema pasticcera che viene cotta in forno.

6. Farsi una ronda/tammurriata

Partecipare ad una ronda chiamata anche tammurriata improvvisata è un’esperienza indimenticabile che tutti dovrebbe provare durante una visita a Gallipoli. La ronda è una tammurriata organizzata per strada, i musicisti che siano tamburellisti, flauti o chitarre si radunano formando un cerchio all’interno del quale si balla.

7. Partecipare ad un Festival della Taranta

Un’esperienza sensazionale per ogni visitatore è riuscire a partecipare ad uno dei vari Festival della Taranta organizzati a Gallipoli e nel territorio salentino. La notte della taranta è un festival musicale che tende a valorizzare la musica tradizionale salentina. Conosciuta anche come pizzica la taranta è una tradizione che conserva una storia, la pizzica oggi viene suonata nei momenti di festa mentre un tempo era un vero e proprio rito che accompagnava il tarantismo.

Secondo gli antichi racconti le donne venivano pizzicate dalle tarantole causando dolore e frenesia incontrollabili. E questa tipologia di musica con i tamburi veniva suonata per esorcizzare le donne tarantate e cercare di guarirle, oltre a poter sfogare con il ballo il dolore avvertito.

About admin

Leggi anche

Turismo in Puglia: come promuoverlo online

Il Turismo in Puglia La Puglia è il “tacco” dello stivale italiano, bagnato da ben …